Torna al sito
Seleziona una lingua
close
BOOK NOW
BOOK NOW
La cucina della Costiera Amalfitana

Sapori irresistibili: la Colatura di alici

Se durante il vostro soggiorno all’Hotel Margherita di Praiano nascesse in voi il desiderio di assaporare il gusto di un prodotto tipico della Costiera Amalfitana, il nostro ristorante M’ama ha nel suo menù il piatto giusto: spaghetti con la Colatura di Alici.

Gli spaghetti, lo sappiamo tutti, sono già di per sé una squisitezza, se conditi con la Colatura di Alici diventano una vera gioia per il palato, un richiamo irresistibile al quale è impossibile rinunciare se si vuole entrare in contatto con la nostra terra e le sue più antiche tradizioni.
 
alici costiera amalfitana
 
Già conosciuta al tempo dei Romani – il gastronomo Apicio la utilizzava abbondantemente nei sontuosi banchetti che lo resero famoso – la colatura fu recuperata in epoca medioevale dai monaci della Costa d’Amalfi, che conservavano le alici in botti di legno e ne facevamo colare i liquidi grazie all’azione del sale.

Questo procedimento fu tramandato da padre in figlio dai pescatori della Costa d’Amalfi e soprattutto del borgo marinaro di Cetara, oggi principale centro di produzione di questa salsa, che rappresenta un prelibato condimento per la pasta, il pesce e le verdure, utilizzato perfino nel ripieno della pizza o sulle uova.

Proprio quest’anno la Colatura di Alici è stata presente a Terra Madre 2016, evento gastronomico di Torino che celebra le esperienze del Salone Internazionale del Gusto e di Slow Food, vere eccellenze in materia di cibi e prodotti tipici di qualità certificata, nonché di sostenibilità ambientale.

Ora però crediamo sia meglio entrare in cucina e preparare gli spaghetti, seguendo la ricetta del nostro chef Giulio Coppola del Ristorante M’ama! di Praiano:

Spaghetti di Gragnano con Colatura di Alici di Cetara
e pesto di mandorle e acciughe

 
Ingredienti per 4 persone
400gr Spaghetti di Gragnano

40ml di colatura di Cetara
100ml di olio Extra Vergine d’Oliva

1 fascio di aglio novello (in sostituzione 3 spicchi di aglio)

12 filetti di Acciughe

80gr di Mandorle pelate

Preparazione
Su una placca da forno antiaderente, sistemare le mandorle e sovrapporvi i filetti di Acciughe; infornare a 85 gradi per un ora. Una volta essiccate le acciughe e le mandorle, pestarle grossolanamente con l’aiuto di un mattarello. In una pentola con acqua bollente e leggermente salata mettere in cottura gli spaghetti e nel frattempo preparate il soffritto tagliando l’aglio sottile; in una padella soffriggere aglio ed olio, aggiungete un mestolo d’acqua di cottura della pasta e scolate gli spaghetti molto al dente. Immergeteli nel soffritto, spadellate energicamente in modo da incorporare aria nella pasta originando così una sorta di emulsione tra pasta e condimento, in modo che l’amido si rilasci ulteriormente. A questo punto, aggiungete la colatura di alici di Cetara e continuate a spadellare tenendo la padella lontana dalla fiamma. Con l’aiuto di un mestolo e forchettone create un turbante di spaghetti che metterete al centro del piatto. Non rimane che completare il piatto utilizzando il pesto di mandorle e acciughe, dando così croccantezza e ulteriore sapidità al piatto; potete ora decorare con qualche fogliolina di prezzemolo. Il piatto è pronto, buon appetito!

Per prenotare un tavolo al Ristorante M’ama! di Praiano scrivi a info@hotelmargherita.info

  • Volcanizer

    Non ci resta che prenotare allora!

A proposito del Blog

The Amalfi Coast. An experience that remains in the mind and heart, made of sensations that you will love to remember and places you will not want to leave. Read our blog to discover all the secrets and wonders of your stay.

Instagram

CHIUDI